MAGNOLIA GRANDIFLORA GALLISONIENSIS Visualizza ingrandito

MAGNOLIA GRANDIFLORA GALLISONIENSIS

€ 180,00 tasse incl.

Aggiungi alla mia lista dei desideri

Spedizione Gratuita

Dettagli

Generalità

La Magnolia  è un albero sempreverde che raggiunge, in condizioni favorevoli, 25 metri a un ritmo di 6 m in 20 anni. Originaria dell’America Centrale e degli Stati Uniti meridionali, venne importata per la prima volta in Europa agli inizi del XVII secolo, per poi diffondersi in modo più massiccio durante il XVIII secolo. Il genere Magnolia, racchiude circa 80 specie di arbusti e alberi dalle caratteristiche variabili. Ne fanno parte esemplari decidui e sempreverdi (tra cui ad es. il Liriodendron tulipifera), dalle dimensioni molto diverse a seconda della specie d’appartenenza. Inoltre, il genere Magnolia, vanta due grandi areali di provenienza: l’America e l’Asia. Per quanto riguarda la famiglia delle Magnoliaceae, vi facciamo notare un elemento dall’enorme interesse storico-botanico: sono state le prime piante a fiore, comparse sulla Terra circa 80 milioni d’anni fa, durante il Cretaceo. La Magnolia grandiflora viene utilizzata solitamente come pianta ornamentale, anche se il suo legno viene apprezzato molto dai falegnami perché durevole e di facile lavorazione. Il nome “Magnolia” deriva da Pierre Magnol, direttore del giardino botanico di Montpellier che, durante il XVII, compì importantissimi studi di botanica.

Esposizione e posizione

Il genere Magnolia teme il sole rovente. L’esposizione è quindi variabile in base al contesto.  Nelle zone a clima caldo, piantiamo la nostre Magnolie in mezzombra. Nelle aree a clima freddo sarà preferibile metterle a dimora in un sito a pieno sole. In generale, amano un clima estivo umido e piovoso; in Italia, le regioni più adatte alla coltivazione di Magnolie sono le zone alluvionali prealpine. Sono piante abbastanza rustiche. Resistono, infatti, al caldo afoso e anche al gelo, soprattutto se non è protratto per troppo tempo. In particolar modo, e gelate tardive possono causare danni estetici alle gemme e alle foglie 

delle Magnolie. Quando sono colpiti esemplari che vanno in fiore in primavera/estate, come la nostra Magnolia grandiflora, allora i danni possono diventare ancora più seri. In questo caso, infatti, potremmo perderci parte della fioritura di queste splendide piante! Infine, gli esemplari di Magnolia grandiflora non temono l’inquinamento, risultando adatti alla coltivazione in città.

Terreno 

Il terreno che ospita la Magnolia grandiflora deve essere profondo drenato e leggermente acido.

Tronco e corteccia

Ha un tronco dritto, robusto e, solitamente, ramificato dalla base. La corteccia è liscia e scura e tende a fessurarsi, in piccole lamine, negli esemplari più maturi.

Forma chioma

Ha una chioma densa e tendente al conico.

Reviews

Write a review

MAGNOLIA GRANDIFLORA GALLISONIENSIS

MAGNOLIA GRANDIFLORA GALLISONIENSIS

VASO 50

Write a review